Australia - Australasia
Australia occidentale - Australia
Australia settentrionale - Australia
Australia meridionale - Australia
Queensland - Australia
Nuovo Galles del Sud - Australia
Victoria - Australia
Tasmania - Australia
Territorio della Capitale - Australia
Nuova Zelanda - Australasia
Isole Cook - Polinesia
Repubblica delle Figi - Melanesia
Guam - Micronesia
Hawaii - Polinesia
Repubblica di Kiribati - Micronesia
Confederazione delle Marianne Settentrionali - Micronesia
Repubblica delle Isole Marshall - Micronesia
Confederazione Stati della Micronesia - Micronesia
Repubblica di Nauru - Micronesia
Niue - Polinesia
Nuova Caledonia - Melanesia
Repubblica di Palau - Micronesia
Papua Nuova Guinea - Melanesia
Isole Pitcairn (UK) - Polinesia
Polinesia Francese - Polinesia
Isole Salomone - Melanesia
Samoa - Polinesia
Samoa Americane - Polinesia
Isole Tokelau - Polinesia
Regno di Tonga - Polinesia
Isole Tuvalu - Polinesia
Repubblica di Vanuatu - Melanesia
Wallis Futuna - Polinesia
Test


Australia


Australia - l'Australia è la più estesa Nazione dell'Oceania, occupa infatti un territorio fra i più grandi dell'intera Terra (6° Paese per superficie), anche se non è abitata in maniera massiccia
- vista l'esigua estensione degli altri territori di questo Continente molti punti di interesse sono in questa Nazione, a partire dalle città come Melbourne e Sydney
Forma di governo Monarchia federale parlamentare
Superficie 7.692.024 Km²
Popolazione 23.402.000 ab. (censimento 2016) 25.778.000 ab. (stime 2021)
Densità 3,4 ab/Km²
Capitale Canberra (432.000 ab., 465.000 aggl. urbano)
Moneta Dollaro australiano
Indice di sviluppo umano 0,944 (8° posto)
Lingua Inglese, lingue aborigene
Speranza di vita M 81 anni, F 85 anni Isole Ashmore e Cartier (2 Km², 0 ab.)
Territori Esterni: Isola di Christmas (136 Km², 1.930 ab.), Isole Cocos (o Keeling) (14 Km², 540 ab.), Isola Heard ed Isole McDonald (370 Km², 0 ab.), Isole del Mar dei Coralli (81 Km², 0 ab.)Guida Australia Lonely Planet
Posizione in Oceania
Confini: Oceano Indiano a NORD-OVEST, OVEST e SUD, Oceano Pacifico ad EST e NORD-EST Nota
Dal 1° Luglio 2016 l'isola di Norfolk (34,6 Km², 1.800 abitanti) non è più un territorio esterno, ma è ora parte integrante dell'Australia
GEOGRAFIA FISICA DELL'AUSTRALIA
- gran parte del territorio è costituito da pianure ed altipiani, l'altitudine media del Paese è di appena 210 metri
- l'unico sistema montuoso di una certa rilevanza, la Grande Catena Divisoria, si trova nella parte orientale del Paese e si sviluppa per circa 3.000 chilometri, con le vette maggiori ubicate nella sezione denominata Alpi Australiane, la sola area della Nazione dove si superano i duemila metri d'altezza
- Monte Kosciuszko (2.228 m.) e Monte Townsend (2.209 m.), circa 150 km a sud-ovest della capitale Canberra, le due cime australiane più elevate
- nel resto del Paese sorgono qua e là altre catene montuose isolate con vette al massimo attorno ai 1.500 metri d'altezza
- le coste hanno uno sviluppo complessivo di quasi 60.000 chilometri incluse le isole, che ad eccezione della montuosa Tasmania (64.519 Km²), situata un centinaio di chilometri a sud-est dell'Australia continentale, non sono molto estese, in confronto ad esempio con quelle della vicina Indonesia
- superano comunque i mille chilometri di superficie anche Melville (5.786 Km²), nei pressi di Darwin, nella parte più settentrionale del Paese, l'Isola dei Canguri (4.416 Km²), a sud-ovest di Adelaide, l'Isola Grande (2.285 Km²), Bathurst (1.693 Km²), Fraser (1.653 Km²), Flinders (1.359 Km²), King (1.091 Km²) e Mornington (1.002 Km²)
- in Australia si trovano ovviamente i più lunghi corsi d'acqua dell'Oceania, visto che si tratta dell'unico Paese molto esteso di questo Continente, ma l'aridità della zona interna del Paese non ha permesso lo sviluppo di una rete idrografica rilevante
- l'unico grande bacino fluviale è quello del Murray-Darling, nel sud-est della Nazione, il fiume principale, il Murray è lungo 2.520 Km, mentre il suo affluente Darling arriva a 2.740 Km, considerando i suoi rami sorgivi Culgoa e Condamine; seguono Murrumbidge (1.575 Km) e Lachlan (1.370 Km), sempre inclusi in questo bacino idrografico
- molti dei corsi d'acqua minori hanno invece carattere stagionale con piene durante i mesi più piovosi e lunghi periodi in cui risultano completamente secchi
- anche i maggiori bacini lacustri sono influenzati dal clima e dalla stagionalità, i principali sono tutti di tipo salino e per gran parte del tempo in maggioranza asciutti, a partire dall'Eyre (9.500 Km²), ubicato come Torrens (5.745 Km²) e Gairdner (4.351 Km²) nella regione dell'Australia Meridionale; questi laghi sono comunque numerosi anche nelle altre regioni, il Mackay (3.494 Km²) è il quarto per estensione, mentre quelli maggiori d'acqua dolce sono di origine artificiale
- vista l'estensione del territorio l'Australia presenta diversi climi, anche se prevale quello continentale arido e semi-arido, la zona settentrionale ha invece un clima di tipo tropicale, con piogge stagionali estive, mentre quella orientale fra Brisbane e la Tasmania ha caratteristiche oceaniche temperate più favorevoli all'insediamento umano, infine le regioni meridionali di Perth ed Adelaide presentano un clima mediterraneo, con precipitazioni in prevalenza invernali
GEOGRAFIA UMANA DELL'AUSTRALIA
- l'Australia è suddivisa a livello amministrativo in 6 Stati (Australia Meridionale, Australia Occidentale, Nuovo Galles del Sud, Queensland, Tasmania e Victoria) e 2 Territori (Territorio del Nord e Territorio della Capitale da cui dipende il Territorio della baia di Jervis, nato nel 1915 per dare uno sbocco sul mare a Canberra)
- fanno parte del Paese altri 6 territori esterni e quasi 6 milioni di chilometri quadrati dell'Antartide; il tasso di urbanizzazione è dell'89%, con le prime cinque città che ospitano il 55% della popolazione complessiva
- Sydney (4.645.000 ab.) e Melbourne (4.629.000 ab.) sono le due metropoli del Paese, seguite da Brisbane (2.213.000 ab.), Perth (2.005.000 ab.), unico centro urbano di rilievo sulla costa occidentale ed Adelaide (1.215.000 ab.)
- mentre la capitale Canberra (432.000 ab., 465.000 aggl. urbano) occupa solo il settimo posto, preceduta anche da Gold Coast (657.000 ab.)
- l'88,5% degli abitanti è di origine europea, in particolare britannica ed irlandese, l'8,5% di origine asiatica ed il 3% aborigena o indigena
- è cattolico il 22,5% della popolazione, anglicano il 13,5% e di altra fede cristiana il 18,5%, mentre il 30% non è religioso
Australia Australia

Sidney, la città più cosmopolita d' Australia e le Devil' s Marbles nell' area protetta Karlu Karlu

Australia occidentale


Australia - l'Australia Occidentale è il più esteso degli Stati della federazione ed il suo territorio occupa il terzo più occidentale dell'Australia, col confine con il Territorio del Nord e l'Australia Meridionale completamente dritto e che corrisponde al 129° meridiano est
- data la vastità del territorio vi sono caratteristiche molto differenti nelle varie aree dello Stato, le parti interne continentali e centrali fin sulla costa sono occupate da vasti deserti, quali il Gran Deserto Sabbioso, il Deserto Gibson ed il Gran Deserto Vittoria
- la lunghezza complessiva delle coste è di ben 12.889 chilometri (20.781 considerando anche le isole)
- buona parte dello Stato è costituito da un altopiano alto attorno ai 400 metri, con i rilievi montuosi che superano raramente i mille metri, come nel caso del Monte Meharry (1.249 m.)
- il clima abbraccia un ampio ventaglio di tipologie, si passa infatti da un clima desertico caldo delle zone centrali ad un clima mediterraneo lungo la fascia costiera sud-occidentale, dove sorge l'unica città di rilievo dello Stato, Perth
- le temperature possono arrivare fino ai 50° C in estate ed andare di qualche grado sotto zero in inverno, specialmente nella zona sud-orientale, quando si fa sentire l'influsso dei venti antartici
- viste le difficili condizioni ambientali di gran parte dello Stato, la popolazione si concentra lungo la fascia costiera sud-occidentale, dove sorge la capitale Perth, che accoglie nella sua area urbana l'80% degli abitanti dell'Australia Occidentale, con questa percentuale che supera il 90% considerando altre cittadine ubicate in questa zona
- l'economia dell'Australia Occidentale è largamente dominata dal settore minerario e petrolifero, visto che contribuisce per i 3/5 all'intero export australiano in questo campo
- anche agricoltura (cereali in particolare) ed allevamento sono piuttosto importanti sia per il consumo interno che per quello di tutto il Paese
Australia

paesaggi tra Perth e Broome

Australia settentrionale


Australia - il Territorio del Nord è ampio oltre un milione e trecentomila chilometri quadrati, risultando così la terza divisione federale australiana più estesa, ma è altresi anche il meno popolato, con una densità di meno di un abitante ogni cinque chilometri quadrati!
- i confini terrestri con gli altri Stati australiani sono molto particolari, poichè seguono paralleli o meridiani, mentre la parte settentrionale si affaccia su Oceano Indiano e Pacifico, con una costa molto frastagliata e che vede la presenza di tre delle cinque isole maggiori dell'Australia, Melville (5.786 Km²), l'Isola Grande (2.285 Km²) e Bathurst (1.693 Km²), rispettivamente al 2°, 4° e 5° posto nella graduatoria
- lo sviluppo costiero risulta perciò molto elevato, quasi 11.000 chilometri
- il territorio è piuttosto pianeggiante, se si escludono una manciata di catene montuose nella parte meridionale, col Monte Zeil (1.531 m.) come cima più alta, in quest'area si trova anche uno dei simboli dell'Australia, il Monte Uluru
- il clima è tropicale nella parte più settentrionale, con due distinte stagioni, una umida da Ottobre ad Aprile ed una secca nei restanti mesi e con temperature che variano di pochissimi gradi nel corso dell'anno
- diventa via via più arido procedendo verso sud e l'interno, con le precipitazioni che diminuiscono progressivamente e l'ambiente che assume connotazioni desertiche
- gran parte della popolazione vive nell'area della capitale Darwin, che da sola accoglie circa metà degli abitanti
- gli altri piccoli centri sono ubicati quasi totalmente lungo la strada che collega il Territorio del Nord all'Australia Meridionale, fra questi l'unico di un certo rilievo è Alice Springs
- l'industria mineraria (bauxite, manganese, oro, uranio) è il fulcro dell'economia del Territorio del Nord ed ha visto un costante incremento nel corso degli ultimi anni
- molto marginale invece il contributo di agricoltura ed allevamento, a causa delle difficili condizioni ambientali
Australia settentrionale

Darwin, la capitale del territorio del nord

Australia meridionale


Australia - l'Australia meridionale, nonostante si estenda per poco meno di 1 milione di chilometri quadrati è soltanto la quarta divisione federale più ampia
- tutti i suoi confini seguono paralleli o meridiani, mentre a sud è bagnata dall'Oceano Indiano
- è l'unico Stato a confinare con tutti gli altri, a parte la Tasmania, che è un'isola, oltre che col Territorio del Nord
- sul territorio sono presenti diverse catene montuose, con la cima più alta, il Monte Woodroffe (1.435 m.), situata nella parte nord-occidentale dello Stato, prevalgono però i terreni pianeggianti e desertici, specialmente addentrandosi verso le zone interne
- i tre maggiori laghi australiani si trovano in Australia Meridionale, rispettivamente Eyre (9.500 Km²), Torrens (5.745 Km²) e Gairdner (4.351 Km²)
- si tratta però di bacini salati, che per gran parte del tempo sono completamente asciutti
- non distante da Adelaide scorre il fiume Murray (2.520 Km), che con l'affluente Darling costituisce il più importante bacino fluviale del Paese
- la fascia costiera è abbastanza articolata, con la presenza di alcune baie ed insenature, nell'Oceano Indiano è inoltre presente l'Isola dei Canguri (4.416 Km²), la terza isola più estesa d'Australia
- il clima è di tipo mediterraneo nella parte più meridionale dello Stato e diventa via via più arido e desertico spostandosi verso nord, con un range di temperature molto vasto, da qualche grado sottozero fino a sfiorare i 50° C e con precipitazioni abbastanza contenute anche lungo la fascia costiera
- la capitale Adelaide è l'unico centro urbano di rilievo, inclusi i sobborghi accoglie oltre 3/4 degli abitanti complessivi, la densità di popolazione è comunque molto bassa
- nessuna delle restanti cittadine supera i trentamila abitanti
- l'economia dell'Australia meridionale è incentrata sul settore terziario, in special modo sull'assistenza sanitaria e sociale, oltre che sul commercio al dettaglio - significante per l'export anche il settore secondario con diverse industrie manifatturiere (automobili in primis), mentre a livello agricolo ha un ruolo di primo piano il settore vinicolo, il più importante di tutta l'Australia
Australia meridionale

Remarkable Rock - Kangaroo Island

Queensland


Queensland - il Queensland (Terra della regina) è il secondo Stato più ampio nella federazione australiana ed occupa tutta la parte nord-orientale del Paese
- il nome venne coniato al momento della sua istituzione in onore della regina Vittoria, in quanto ella firmò un proclama con cui venne separato dal Nuovo Galles del Sud
- il territorio è caratterizzato da una lunga fascia costiera (quasi 7.000 chilometri), separata dalle parti più interne dello Stato dalla Grande Catena Divisoria, che supera di poco i millecinquecento metri d'altezza nei pressi di Cairns, col Monte Bartle Frere (1.622 m.), la cima più alta del Queensland
- il resto del territorio è prevalentemente pianeggiante
- una manciata di chilometri dalla costa nei pressi di Hervey Bay sorge l'isola di Fraser (1.653 Km²), solo la sesta per estensione di tutta l'Australia, anche se si tratta della più grande isola di sabbia di tutto il Pianeta
- vista la notevole estensione del Queensland il clima è molto variegato, si va infatti da un'area subtropicale per quanto riguarda la costa centro-meridionale ad un clima semi-arido o desertico dell'interno, fino a condizioni monsoniche sulla punta settentrionale (Penisola di Capo York)
- le precipitazioni risultano piuttosto abbondanti verso nord-est e discrete anche sul resto della costa e sono concentrate nei mesi estivi, calano notevolmente procedendo verso ovest
- anche le temperature sono comprese ovviamente in un ampio spettro, a Brisbane le minime si attestano attorno ai 9-10°C in inverno, mentre le massime sfiorano i 30°C in estate
- oltre 2/5 degli abitanti vive nella capitale Brisbane, con le altre due maggiori città poco distanti, mentre procedendo verso nord diminuisce sensibilmente la densità di popolazione, che diventa ancora più scarsa nelle aree lontane dalla costa
- l'economia del Queensland è basata come altri Stati e territori australiani sull'industria mineraria estrattiva
- ben sviluppata anche l'agricoltura (specialmente frutta, come ananas, banane, arachidi), che alimenta a sua volta il settore secondario, incentrato sulla lavorazione dei prodotti agricoli
Queensland

Queensland, Gold Coast, una regione metropolitana a sud di Brisbane, sulla costa orientale dell'Australia

Nuovo Galles del Sud


Australia - il Nuovo Galles del Sud è la più popolata fra le divisioni amministrative dell'Australia, anche se si trova 'solo' al quinto posto se consideriamo la superficie
- occupa la parte sud-occidentale del Paese e la sua capitale Sydney è, seppur di poco, la città più popolata sia dell'Australia che di tutto il Continente
- il territorio si può dividere in quattro parti, la fascia costiera bagnata dall'Oceano Pacifico ad ovest, la zona montuosa della Grande Catena Divisoria a ridosso di questa, la quale degrada ad ovest verso le ampie pianure in cui scorrono i maggiori fiumi australiani, Murray (2.520 Km), Darling (2.740 Km), Murrumbidge (1.575 Km) e Lachlan (1.370 Km) ed infine un'area più arida corrispondente all'estremità nord-occidentale dello Stato
- poco distante dal confine col Victoria troviamo la cima più alta dell'Australia, il Monte Kosciusko (2.228 m.), nelle Snowy Mountains
- il clima è ovviamente correlato alla suddivisione geografica del Nuovo Galles del Sud, con la parte occidentale dello Stato che presenta condizioni oceaniche e sub-tropicali influenzate sia dall'altitudine che dalla latitudine, mentre la zona orientale è arida o semi-arida, fino a manifestare caratteristiche prettamente desertiche a nord-ovest
- le precipitazioni variano anch'esse in base alla zona climatica e sono quindi più abbondanti sulla costa e nelle catene montuose, dove può nevicare anche copiosamente in inverno
- le temperature nelle pianure interne superano talvolta anche i 40°C, mentre sono più sopportabili altrove
- sulle Snowy Mountains è stata registrata nel 1994 la temperatura più bassa nella storia recente dell'Australia, -23°C
- più della metà degli abitanti del Nuovo Galles del Sud vive nella capitale Sydney, ma nel complesso la densità di popolazione non è molto elevata
- anche le altre principali città sono ubicate sulla costa, mentre nessuno dei centri urbani dell'interno supera i centomila abitanti
- l'economia del Nuovo Galles del Sud è abbastanza diversificata
- il settore industriale è incentrato soprattutto nelle aree tecnologiche e finanziarie, oltre che nell'estrazione e lavorazione del carbone
- le pianure centro-meridionali sono ampiamente sfruttate sia a livello agricolo che per l'allevamento di bestiame
Nuovo Galles del Sud

Fairlight Beach, la spiaggia di Sidney

Victoria


Victoria - il Victoria corrisponde all'estremità sud-occidentale dell'Australia ed è la seconda entità federale del Paese per popolazione, nonostante non sia molto esteso confrontato alla maggior parte degli altri Stati o Territori
- deve il suo nome alla regina del Regno Unito Vittoria
- il territorio è costituito da una fascia costiera bagnata da Oceano Indiano ed Oceano Pacifico, dalle propaggini sud-occidentali della Grande Catena Divisoria, che sfiora i duemila metri d'altezza col Monte Bogong (1.986 m.) e dalle zone collinari e pianeggianti che arrivano fino al confine col Nuovo Galles del Sud, segnato per buona parte dal fiume Murray (2.520 Km)
- il clima è di tipo oceanico temperato, se si eccettua l'area a nord-ovest, semi-arida; le temperature lungo la costa sono abbastanza gradevoli, con le minime che si attestano di media attorno ai 7-8°C in inverno e le massime che raggiungono 26-27°C in estate
- le precipitazioni non sono molto abbondanti, ma distribuite piuttosto equamente nel corso dell'anno, diminuiscono gradualmente nelle pianure interne
- gran parte della popolazione vive vicino alla costa, con la sola Melbourne che accoglie 2/3 degli abitanti, percentuale che aumenta considerandone l'area metropolitana
- non sono presenti altri grossi centri urbani, solamente Geelong supera i centomila abitanti
- l'economia dello Stato di Victoria è piuttosto diversificata, la forza lavoro è impiegata soprattutto nel settore terziario (assistenza sociale, commercio al dettaglio, educazione, ecc.)
- anche il settore secondario è piuttosto sviluppato ed opera su più fronti, specialmente in attività manufatturiere
- oltre metà del territorio è occupato da terreno agricolo oppure è destinato all'allevamento
Victoria

I dodici apostoli, una serie di faraglioni di pietra calcarea al largo della costa australiana del Parco nazionale Port Campbell

Tasmania


Tasmania - la Tasmania è il più piccolo dei 6 Stati che formano la federazione australiana
- il territorio è costituito oltre che dall'omonima isola (64.519 Km²), da più di 300 altre isole, fra cui Flinders (1.359 Km²) e King (1.091 Km²), le uniche con un'area superiore ai mille chilometri quadrati
- la Tasmania venne scoperta nel 1642 dall'esploratore olandese Abel Tasman, dal quale ha tratto il suo nome attuale, mentre i primi colonizzatori bianchi si stabilirono sull'isola a partire dai primi decenni dell'800, entrando in conflitto con gli abitanti aborigeni nativi
- come per il resto dell'Australia anche la Tasmania venne inizialmente adibita a colonia penale da parte degli europei
- vista la posizione dello Stato, a sud dell'Australia continentale, da cui è separata dallo Stretto di Bass, le caratteristiche del territorio si differenziano rispetto al resto del Paese, con una maggior presenza di corsi d'acqua e foreste, anche il clima è più fresco ed è di tipo temperato oceanico
- la Tasmania è prevalentemente montuosa, con la cima maggiore, il Monte Ossa (1.617 m.), che si trova nelle Highlands Centrali, mentre la parte centro-orientale è più pianeggiante ed è la zona dove si concentra la maggior parte della popolazione, così come le attività agricole
- oltre 2/5 dell'isola è stato adibito ad area protetta, i parchi naturali si trovano soprattutto nella zona occidentale e hanno lo scopo di proteggere flora e fauna autoctone, in alcuni casi presenti solamente su quest'isola, come il famigerato Diavolo della Tasmania
- un abitante su due vive in una delle due città principali, la capitale Hobart (180.000 ab.) e Launceston (87.300 ab.), con la percentuale che cresce considerandone anche le aree urbane
- Devonport e Burnie le altre due cittadine maggiori
- l'economia della Tasmania si basa tradizionalmente sull'industria mineraria (zinco, ferro, stagno, tungsteno), sull'allevamento di ovini, sfruttati sia per la carne che per la lana, sull'agricoltura e sull'industria alimentare
Tasmania

Mt. Field National Park, le cascate

Territorio della Capitale


Canberra - il Territorio della Capitale è stato istituito nel 1911 per ospitare la futura capitale Canberra, che ha assunto questo ruolo due anni dopo
- confina unicamente col Nuovo Galles del Sud, dal quale ne venne ricavato il territorio
- la parte settentrionale del territorio, dove sorge Canberra, è costituito da un altopiano alto sui 500-600 metri, mentre l'area meridionale è montuosa, con la catena di Brindabella che raggiunge quasi i duemila metri, grazie alla Cima Bimberi (1.913 m.)
- quasi metà della superficie è protetta a livello ambientale, col Parco Nazionale di Namadgi
- il clima è di tipo continentale con estati abbastanza calde ed inverni che possono risultare talvolta piuttosto freddi
- le precipitazioni non sono però molto abbondanti, ma piuttosto costanti durante tutto l'arco dell'anno
- oltre alla capitale Canberra sono presenti altri piccoli centri situati in periferia, la parte meridionale è invece poco popolata
- l'economia è ovviamente legata al ruolo del territorio nella federazione australiana, col settore pubblico che dà lavoro al 30% della popolazione
- Canberra è inoltre sede di diverse università ed altri istituti scolastici
- nel 1915 venne creato il Territorio della baia di Jervis, sulla costa orientale australiana, a circa 140 chilometri da Canberra, per dare uno sbocco sul mare alla capitale
- la popolazione di questo piccolo territorio (67 Km²) è di appena 400 abitanti
Canberra

Canberra, la capitale dell' Australia

Nuova Zelanda


Nuova Zelanda - la Nuova Zelanda è formata da 2 isole principali (del Nord e del Sud) ed è in prevalenza montuosa
- dopo l'Australia è la seconda Nazione più importante dell'Oceania, anche se sia territorio che popolazione sono di molto inferiori
Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 269.652 Km²
Popolazione 4.242.000 ab. (censimento 2013) 5.116.000 ab. (stime 2021)
Densità 19 ab/Km²
Capitale Wellington (215.000 ab., 450.000 aggl. urbano)
Moneta Dollaro neozelandese
Indice di sviluppo umano 0,931 (14° posto)
Lingua Inglese, Maori (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 80 anni, F 83 anni
Territori Esterni Isole Cook (237 Km², 17.600 ab.) Niue (261 Km², 1.630 ab.) Tokelau (11 Km², 1.650 ab.)Guida Nuova Zelanda Lonely Planet
Confini Circondata dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLA NUOVA ZELANDA
- la Nuova Zelanda è un arcipelago formato da due isole principali, Isola del Nord (114.154 Km²) ed Isola del Sud (150.416 Km²), che nel complesso costituiscono il 98% della superficie del Paese, più diverse altre isole minori distanti da poche centinaia di metri fino ad oltre 500 chilometri dalle due maggiori
- fra queste le più estese sono Stewart/Rakiura (1.681 Km²), le Isole Chatham/Rekohu (963 Km² in totale, 920 Km² l'omonima isola principale) e le Isole Auckland (625 Km², 510 Km² l'isola maggiore)
- lo sviluppo costiero complessivo è di circa 15.000 Km, anche per la presenza di numerosi fiordi nella zona più meridionale della Nazione
- il territorio neozelandese è in buona parte montuoso e collinare, mentre le aree pianeggianti sono piuttosto circoscritte e poco estese
- sull'Isola del Sud si raggiungono le altezze maggiori, con il Monte Cook (3.754 m.) nelle Alpi Meridionali, che corrono parallele alla costa occidentale, come massima vetta del Paese
- l'Isola del Nord ha cime al massimo alte poco meno di 3.000 metri, ma anche una decina di vulcani attivi
- la Nuova Zelanda ha una rete idrografica piuttosto sviluppata, ma la limitata estensione del territorio e la disposizione delle catene montuose principali non ha permesso lo sviluppo di sistemi fluviali complessi, il Waikato (425 Km), nell'Isola del Nord, è il corso d'acqua più lungo, seguono Clutha/Mata-Au (322 Km), Whanganui (290 Km) e Taieri (288 Km)
- anche i laghi sono piuttosto numerosi, perlopiù di origine vulcanica, come il Taupo (613 Km²), il più esteso della Nazione, nell'Isola del Nord, e di origine glaciale nell'Isola del Sud, dove si trovano gli altri bacini lacustri più ampi, ad iniziare da Te Anau (344 Km²), Wakatipu (295 Km²) e Wanaka (201 Km²)
- il clima è temperato oceanico, con precipitazioni abbastanza copiose, specialmente nelle aree occidentali del Paese, e temperature medie annuali non molto elevate (13°C a Wellington), ma nel contempo escursioni termiche stagionali generalmente limitate
GEOGRAFIA UMANA DELLA NUOVA ZELANDA
- la Nuova Zelanda è suddivisa a livello amministrativo in 16 regioni, oltre a due aree esterne e tre territori esterni (Isole Cook, Niue e Tokelau)
- il tasso di urbanizzazione è dell'86%
- oltre 3/4 della popolazione vive sull'Isola del Nord, dove si trova l'unica città che supera il milione di abitanti, Auckland (1.413.000 ab.), seguita da Christchurch (383.000 ab.), il maggior centro urbano nell'Isola del Sud e dalla capitale Wellington (215.000 ab., 450.000 aggl. urbano)
- superano le centomila persone anche Hamilton (176.000 ab., 230.000 aggl. urbano), Tauranga (145.000 ab.), Dunedin (115.000 ab.) e Lower Hutt (108.000 ab.)
- il 67% dei neozelandesi è di origini europea, il 13% maori, l'11% di etnia asiatica ed il 7% polinesiana
- poco più della metà della popolazione professa una religione, i cattolici sono l'11%, gli anglicani il 10%, i presbiteriani il 7%, nel complesso i cristiani sono il 43%, mentre induismo, buddismo ed islamismo vantano ognuno una quota dell'1-2%
Nuova Zelanda

Il lago Tekapo e le Alpi del sud nell' isola meridionale

Isole Cook


Isole Cook - le Cook sono un gruppo di isole che si trova fra Samoa e Tonga ad OVEST e la Polinesia Francese ad EST
- il territorio comprende due gruppi distinti di isole, dal 1965 le Cook sono associate alla Nuova Zelanda, ma con un autogoverno interno
Forma di governo Territorio in libera associazione con la Nuova Zelanda
Superficie 237 Km²
Popolazione 14.800 ab. (censimento 2016) 17.600 ab. (stime 2020)
Densità 74 ab/Km²
Capitale Avarua (4.900 ab.)
Moneta Dollaro neozelandese
Lingua Inglese, Maori (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 73 anni, F 79 anni
Confini circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLE ISOLE COOK
- fanno parte delle Cook 15 isole principali, divise fra due arcipelaghi maggiori, le Isole Cook Settentrionali, atolli di origine corallina, e le Isole Cook Meridionali, in maggioranza di origine vulcanica, su un'area di Oceano Pacifico di oltre 2,2 milioni di chilometri quadrati
- Penrhyn (9,8 Km²) è la maggiore del gruppo settentrionale, più estese in genere le isole del gruppo meridionale, a partire da Rarotonga (67 Km²), dove sorge la capitale e vive oltre il 70% della popolazione
- seguono per superficie Mangaia (52 Km²), Atiu (27 Km²), Mitiaro (22 Km²), Aitutaki (18 Km²) e Mauke (18 Km²)
- l'elevazione massima si raggiunge su Rarotonga, nel monte Te Manga (652 m.), esistono alcuni piccoli laghi, come brevi ruscelli sulle isole maggiori
- il clima è tropicale e presenta una stagione asciutta fra Maggio e Novembre, che presenta comunque discrete precipitazioni ed una umida fra Dicembre ed Aprile, la differenza nelle temperature fra i vari mesi è al massimo di 4-5 gradi
GEOGRAFIA UMANA DELLE ISOLE COOK
- come già detto in precedenza, quasi 3/4 degli abitanti vive sull'isola maggiore, Rarotonga, con la capitale Avarua (4.900 ab.) come centro principale
- circa 1.700 persone sono stanziate invece su Aitutaki; il tasso di urbanizzazione è del 74%
- la popolazione è in gran parte di etnia Maori (81%), il 7% è in parte Maori, mentre il restante 12% ha origini differenti, soprattutto neozelandesi
- il 63% professa una fede protestante, il 17% quella cattolica
Isole Cook

Rarotonga, la più popolosa delle isole Cook

Repubblica delle Figi


Isole Figi - le Figi si trovano all'incirca alla longitudine della Nuova Zelanda, sopra al 20° parallelo Sud, ad oltre 2.000 Km dalle coste australiane orientali
- fanno parte dell'arcipelago in tutto oltre 800 fra isole ed isolotti, ma gran parte del territorio è suddiviso fra Viti Levu (Grande Figi) e Vanua Levu
Forma di governo Repubblica parlamentare
Superficie 18.274 Km²
Popolazione 885.000 ab. (censimento 2017) 896.000 ab. (stime 2020)
Densità 49 ab/Km²
Capitale Suva (94.000 ab., 186.000 aggl. urbano)
Moneta Dollaro figiano
Indice di sviluppo umano 0,724 (98° posto)
Lingua Inglese, Figiano, Hindi delle Figi (tutte ufficiali)
Speranza di vita M 66 anni, F 69 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLE FIGI
-le due isole principali dell'arcipelago, Viti Levu (10.388 Km²) e Vanua Levu (5.587 Km²) costituiscono l'87% della superficie complessiva del Paese, sono di origine vulcanica e montuose, con alcune cime che superano i mille metri d'altezza
- il Monte Tomanivi (1.324 m.), nella zona centro-settentrionale di Viti Levu, è la vetta più elevata delle Figi
- sono poi comprese nel territorio altre centinaia fra isole, isolotti ed atolli, le più estese sono Taveuni (434 Km²), Kadavu (411 Km²), Gau (136 Km²), Ovalau (106 Km²) e Koro (105 Km²)
- lo sviluppo costiero totale dell'arcipelago è di 1.130 chilometri
- in alcune delle isole si trovano piccoli bacini lacustri, i corsi d'acqua più lunghi sono ubicati ovviamente sull'isola maggiore, Rewa (145 Km) e Sigatoka (120 Km) quelli principali
- le Figi hanno un clima tropicale, con precipitazioni piuttosto abbondanti in special modo fra Novembre ed Aprile, mentre le temperature variano di solo una manciata di gradi fra i mesi più caldi e quelli più freschi
GEOGRAFIA UMANA DELLE FIGI
- le Isole Figi sono suddivise amministrativamente in 4 divisioni per un totale di 14 province, la popolazione si sta man mano spostando dalle aree rurali a quelle urbane, con il tasso di urbanizzazione che ha raggiunto il 56%
- circa il 70% degli abitanti vive sull'isola maggiore, Viti Levu, ed in particolare nell'area urbana della capitale Suva (94.000 ab., 186.000 aggl. urbano), l'unico centro ad avere caratteristiche di città e che comprende Nasinu (92.000 ab.), seguono per popolamento Lautoka (43.500 ab.) e Nausori (24.900 ab.), mentre Labasa (7.700 ab.) è il capoluogo e centro abitato principale di Vanua Levu
- due i gruppi etnici principali presenti alle Figi, gli iTaukei (54%), di origini melanesiane ed in parte polinesiane, nativi di queste isole e gli Indiani (38%), discendenti dei lavoratori nelle piantagioni di canna da zucchero, portati qui dagli inglesi sul finire del XIX secolo ed in calo negli ultimi decenni a causa di varie tensioni con l'etnia maggioritaria autoctona, esistono poi minoranze di europei, cinesi ed altri popoli dell'Oceania
- la religione protestante (45%) è la fede più diffusa, seguita da induismo (28%), cattolicesimo (9%) e islamismo (6%)
Isole Figi

Suva, mercato all' aperto

Guam


Isola di Guam - l'isola di Guam si trova nel Pacifico occidentale ad est delle Filippine e fa parte del gruppo delle Marianne (è l'isola più estesa di questo arcipelago)
- un tempo sotto giurisdizione spagnola è passata agli USA nel 1898, da cui ha ottenuto poi nel 1950 maggiore autonomia
Forma di governo Territorio non incorporato degli Stati Uniti d'America
Superficie 543 Km²
Popolazione 159.400 ab. (censimento 2010) 169.000 ab. (stime 2020)
Densità 311 ab/Km²
Capitale Hagåtña (1.050 ab.)
Moneta Dollaro USA
Lingua Chamorro, Inglese (ufficiali), Filippino
Speranza di vita M 76 anni, F 83 anni
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI GUAM
- Guam è la più grande isola della Micronesia, è di origine vulcanica ed in prevalenza montuosa, anche se l'altezza massima raggiunta è di soli 406 metri, col Monte Lamlam, nella parte sud-occidentale del Paese
- lo sviluppo delle coste è di 125 chilometri, quasi tutta l'isola è circondata da una barriera corallina; diversi i corsi d'acqua soprattutto nella parte centrale e meridionale di Guam, ma ovviamente di limitata lunghezza (Talofofo il maggiore), presenti anche alcuni laghi sia naturali che artificiali di dimensioni ridotte
- il clima è tropicale, con temperature costanti durante tutto l'arco dell'anno attorno ai 27-28° C di media, le precipitazioni sono di discreta entità, in particolare nella stagione umida che va da Luglio a Novembre
- l'isola si trova inoltre in una zona spesso attraversata da violenti tifoni
GEOGRAFIA UMANA DI GUAM - Guam è suddiviso in 19 municipalità ed è praticamente privo di città, dato che i centri urbani maggiori hanno al massimo poco più di cinquemila abitanti, Dededo (6.400 ab.), Machanao (5.900 ab.), Apotgan (5.900 ab.) e Mangilao (5.800 ab.) i quattro più popolosi
- il tasso di urbanizzazione è comunque molto alto, 93%
- i Chamorro (37%), la popolazione nativa dell'isola ed i Filippini (26%) sono i due gruppi etnici maggioritari, seguono bianchi (7%) e Chuukesi (7%) e minoranze asiatiche o di altre isole dell'Oceano Pacifico
- buona parte degli abitanti professa la fede cattolica (85%)
Isola di Guam

Veduta aerea di Hagåtña

Hawaii


Hawaii - le Hawaii sono un gruppo di isole di origine vulcanica dell'Oceano Pacifico, situate a quasi 4.000 chilometri dalla costa occidentale degli Stati Uniti d'America, nel 1959 sono diventate il 50° ed ultimo Stato in ordine temporale del Paese
- l'isola di Hawaii, con 10.434 Km² di superficie, è la più estesa non solo di questo arcipelago ma di tutti gli USA, seguono Maui ed Oahu, che ospita quasi 1 milione di abitanti, quasi tutti nell'area urbana della capitale Honolulu
- le altre isole hanno tutte una densità di popolazione nettamente inferiore
- il territorio risulta montuoso in tutte le isole, vista l'origina vulcanica
- su Hawaii si superano anche i 4.000 metri d'altezza, grazie ai due imponenti vulcani Mauna Kea e Mauna Loa, tuttora attivo
- l'economia è incentrata già da alcuni decenni sul turismo, sia interno agli Stati Uniti che internazionale, grazie a spiagge e paesaggi paradisiaci
- per quanto riguarda l'agricoltura i prodotti principali sono gli ananas, la canna da zucchero, le noci di macadamia ed il caffè
Anno di istituzione 1959
Superficie 28.311 Km²
Abitanti 1.455.000 (censimento 2020)
Densità 51 ab/Km²
Capitale Honolulu (342.000 ab., 883.000 aggl. urbano)
Altre città East Honolulu (47.800 ab.) Hilo (46.300 ab.) Pearl City (46.100 ab.) Waipahu (40.400 ab.)
Monti principali Mauna Kea 4.207 m Mauna Loa 4.169 m Haleakala 3.055 m Hualalai 2.521 m
Fiumi principali Wailuku 45 Km
Laghi principali Halalii Lake (stagionale) 3,4 Km²
Isole principali Hawaii 10.434 Km² Maui 1.883 Km² Oahu 1.545 Km² Kauai 1.456 Km² Molokai 670 Km² Lanai 364 Km² Niihau 180 Km² Kahoolawe 115 Km²
Hawaii

Panorama della costa presso Honolulu

Repubblica di Kiribati


Kiribati - Kiribati pur non raggiungendo nemmeno i 1.000 Km² di superficie occupa una parte del Pacifico molto ampia a cavallo dell'Equatore che va dal meridiano 170° Est al 150° Ovest
- fanno parte di questo Stato l'isola di Banaba ed i tre arcipelaghi delle Isole Gilbert, delle Isole della Fenice e delle Sporadi Equatoriali (tranne Kingman, Palmyra e Jarvis sotto giurisdizione statunitense)
Forma di governo Repubblica parlamentare
Superficie 811 Km²
Popolazione 110.100 ab. (censimento 2015) 119.000 ab. (stime 2020)
Densità 147 ab/Km²
Capitale Tarawa Sud (62.900 ab.)
Moneta Dollaro di Kiribati, Dollaro australiano
Indice di sviluppo umano 0,623 (132° posto)
Lingua Gilbertese, Inglese (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 64 anni, F 72 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI KIRIBATI
- Kiribati si estende su un'area del Pacifico di oltre 3.500.000 Kmq e la distanza fra l'isola più occidentale (Banaba) e quella più orientale (Caroline) è di ben 4.500 chilometri
- in totale vi sono 32 atolli, oltre a Banaba, un'isola corallina rialzata, l'unica in cui si sfiorano i cento metri d'altezza, 81 m. per la precisione
- le Isole Gilbert e Banaba fanno parte geograficamente della Micronesia, gli altri due arcipelaghi sono invece in Polinesia
- lo sviluppo costiero complessivo del Paese è di 1.140 chilometri
- poco meno della metà della superficie di Kiribati è costituita da Kiritimati (388 Km²), nelle Sporadi Equatoriali (o Isole della Linea), il più grande atollo corallino del Pianeta
- seguono per superficie Malden (39 Km²), Tabiteuea (38 Km²), Tabuaeran (34 Km²), Tarawa (31 Km²) e Abemama (27 Km²), mentre gli otto atolli delle Isole della Fenice hanno un'area complessiva di 28 Km²
- vista l'origine delle isole non sono presenti corsi d'acqua, diversi invece i bacini lacustri interni, specialmente su Kiritimati
- il clima è tropicale, con temperature piuttosto costanti durante tutto l'arco dell'anno, mentre le precipitazioni sono piuttosto abbondanti nelle isole settentrionali e decisamente più scarse in quelle più a sud
GEOGRAFIA UMANA DI KIRIBATI
- Kiribati è suddiviso in 23 unità amministrative ed ha un tasso di urbanizzazione del 44%
- la capitale viene identificata con l'intero atollo di Tarawa (62.900 ab.), che accoglie quasi 3/5 della popolazione del Paese, gran parte degli edifici amministrativi si trovano a Bairiki, nella parte sud-occidentale di Tarawa
- sulle Sporadi Equatoriali vivono circa 10.500 persone, mentre gli abitanti delle Isole della Fenice sono solo venti (tutti su Kanton)
- la popolazione originaria di queste isole viene definita I-Kiribati, è di origine micronesiana e costituisce il 90% del totale, mentre il 9% ha discendenze miste
- il cristianesimo è la religione più diffusa, i cattolici sono il 56%, i protestanti il 36%
Kiribati Kiribati

L' isola del primo Capodanno e la lotta contro l' innazamento del mare

Confederazione delle Isole Marianne Settentrionali


Marianne - le Marianne Settentrionali sono un gruppo di isole del Pacifico che hanno ottenuto maggiore autonomia dagli Stati Uniti nel 1990
- il territorio di questo arcipelago si sviluppa da nord a sud fra 21° e 13° parallelo Nord, la capitale si trova sull'isola più estesa, Saipan
- poco più a sud troviamo Guam, anch'esso legato politicamente agli USA
Forma di governo Territorio in unione politica con gli Stati Uniti d'America
Superficie 464 Km²
Popolazione 53.900 ab. (censimento 2010) 58.000 ab. (stime 2020)
Densità 125 ab/Km²
Capitale Capitol Hill (1.000 ab.)
Moneta Dollaro USA
Lingua Caroliniano, Chamorro, Inglese (ufficiali), Filippino
Speranza di vita M 75 anni, F 81 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLE MARIANNE SETTENTRIONALI - l'arcipelago delle Marianne rappresenta il lembo nord-occidentale della Micronesia ed è formato da 16 isole, anche se la maggiore e più meridionale, Guam, costituisce una dipendenza a parte
- le tre isole principali delle Marianne Settentrionali ed uniche abitate in maniera stabile sono Saipan (115 Km²), Tinian (101 Km²) e Rota (85 Km²), seguono per superficie Pagan (47 Km²), Agrihan (44 Km²) e Anatahan (31 Km²); lo sviluppo costiero complessivo è di 1.482 chilometri
- le 10 isole più settentrionali sono vulcaniche e montuose, le rimanenti sono invece di origine corallina, con un territorio più pianeggiante e collinare
- l'altezza massima viene quindi raggiunta sulle isole settentrionali, in particolare su Agrihan si sfiorano i mille metri col Monte Agrihan (965 m.), vulcano tuttora attivo
- non sono presenti bacini lacustri di grandi dimensioni, anche se si trovano alcuni laghi vulcanici e delle lagune, i corsi d'acqua sono ovviamente piuttosto brevi e con portate limitate
- il clima è tropicale, con temperature che variano soltanto di un paio di gradi fra i mesi più caldi e quelli più freschi, le precipitazioni sono abbondanti, in particolare fra Luglio e Novembre durante la stagione umida
GEOGRAFIA UMANA DELLE MARIANNE SETTENTRIONALI
- le Marianne Settentrionali sono suddivise a livello amministrativo in 4 municipalità, il tasso di urbanizzazione è molto alto, 89%
- quasi il 90% della popolazione vive sull'isola di Saipan, dove si trova la capitale Capitol Hill (1.000 ab.), non vi sono centri urbani di grandi dimensioni, Garapan (3.600 ab.) quello con maggior numero di abitanti
- alcune delle isole settentrionali erano abitate fino a pochi decenni fa, ma sono state via via abbandonate a causa dell'intensa attività vulcanica e nell'ultimo censimento sono risultate completamente disabitate
- la composizione etnica è piuttosto eterogenea, i Filippini (35%) costituiscono il gruppo più numeroso, seguiti da Chamorro (24%) e Cinesi (7%), col resto degli abitanti in prevalenza di origine micronesiana o asiatica
- la religione cattolica è la fede più diffusa, ma sono praticati anche anemismo, buddhismo ed altre fedi cristiane
Marianne

Veduta aerea di Bird Island, Saipan

Repubblica delle Isole Marshall


Marshall - le Marshall sono oltre un migliaio di isole ed isolette a nord dell'arcipelago delle Gilbert (Kiribati) e di Nauru e ad est rispetto a Micronesia e Marianne Settentrionali
- hanno ottenuto l'indipendenza dagli Stati Uniti d'America nel 1990.Forma di governo Repubblica parlamentare
Superficie 181 Km²
Popolazione 53.200 ab. (censimento 2011) 59.000 ab. (stime 2020)
Densità 326 ab/Km²
Capitale Majuro (27.800 ab.)
Moneta Dollaro USA
Indice di sviluppo umano 0,698 (117° posto)
Lingua Inglese, Marshallese (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 71 anni, F 75 anni
Confini
Circondate dall'Oceano Pacifico
Lo Sapevate Che?
L'atollo di Bikini, da cui ha preso nome il famoso costume da bagno, si trova nelle Isole Marshall; qui vennero condotti diversi test nucleari dagli Stati Uniti d'America subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e la popolazione venne spostata su altri atolli, ma sul finire dello scorso secolo alcune persone si sono ristabilite su Bikini, nell'ultimo censimento la popolazione era comunque di appena 9 abitanti
GEOGRAFIA FISICA DELLE ISOLE MARSHALL
- le Isole Marshall fanno parte geograficamente della Micronesia e sono composte da 29 atolli corallini per oltre un migliaio di isole in tutto (di cui 5 non fanno parte di atolli, ma sono isolate), vista l'origine il punto più alto è di appena 10 metri (su Likiep)
- lo sviluppo costiero è di 370 chilometri
- non sono presenti nè fiumi, nè bacini lacustri degni di nota, ma piuttosto diverse piccole lagune e stagni
- gli atolli più estesi sono quelli di Kwajalein (16,4 Km²), di Mili (15,9 Km²) e di Ailinglaplap (14,7 Km²)
- il clima è tropicale, con una stagione umida fra Maggio e Novembre e temperature costanti attorno ai 30° C di media nelle massime e 25° C nelle minime, le precipitazioni sono più consistenti sulle isole meridionali
- qui nascono come tempeste tropicali molti dei tifoni che in seguito colpiscono l'arcipelago delle Marianne e le Filippine
GEOGRAFIA UMANA DELLE ISOLE MARSHALL
- il Paese è suddiviso a livello amministrativo in 34 unità ed ha un tasso di urbanizzazione del 74%, corrispondente alla percentuale di popolazione che vive nei due atolli più popolati di Majuro (27.800 ab.) e Kwajalein (11.400 ab.)
- gli abitanti sono in larga parte di origine marshallese (92%), un'etnia di ceppo micronesiano, mentre il 6% ha origini miste marshallesi/asiatiche (giapponesi in particolare)
- l'89% della popolazione è di fede protestante, l'8% cattolica
Marshall

Majuro, isole Marshall

Confederazione Stati della Micronesia


Micronesia - è un arcipelago che si estende da est ad ovest per quasi 3.000 chilometri, formato da due gruppi principali, le Caroline e le isole Yap
- solo poche isole raggiungono una superficie rilevante, geograficamente si trovano fra Papua Nuova Guinea e Salomone a sud, Marianne Settentrionali e Marshall a nord-est
Forma di governo Repubblica federale parlamentare
Superficie 702 Km²
Popolazione 102.800 ab. (censimento 2010) 115.000 ab. (stime 2020)
Densità 164 ab/Km²
Capitale Palikir (6.600 ab.)
Moneta Dollaro USA
Indice di sviluppo umano 0,614 (135° posto)
Lingua Inglese (ufficiale), idiomi micronesiani
Speranza di vita M 66 anni, F 69 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLA MICRONESIA
- le isole che compongono questo arcipelago sono circa 600, quelle principali sono di origine vulcanica, ma sono presenti anche diversi atolli corallini
- in ordine di superficie le isole maggiori sono Pohnpei (334 Km²), Kosrae (109 Km²) e Chuuk (101 Km²); lo sviluppo costiero complessivo è di ben 6.110 chilometri
- il monte Dolohmwar (791 m.) su Pohnpei è la vetta più alta del Paese, ma anche le altre isole maggiori sono montuose, seppur si raggiungano altezze massime inferiori
- diversi i laghi, le lagune ed i torrenti, che risultano abbastanza impetuosi durante i periodi più piovosi, anche se ovviamente non hanno bacini ampi, vista la loro lunghezza piuttosto limitata
- il clima è di tipo tropicale, le precipitazioni sono molto abbondanti, specialmente nelle zone più interne di alcune isole, le temperature non subiscono variazioni rilevanti nel corso dell'anno
GEOGRAFIA UMANA DELLA MICRONESIA
- la Micronesia è una federazione formata da 4 Stati: Chuuk, Kosrae, Pohnpei e Yap
- il tasso di urbanizzazione è del 22%, la municipalità di Weno (13.900 ab.), corrispondente all'omonima isola nello Stato di Chuuk, è la più popolosa, seguita dalla capitale Palikir (6.600 ab.), ubicata sull'isola di Pohnpei
- gli abitanti dei 4 Stati hanno origini in prevalenza micronesiane, ma anche alcune differenze etnico/culturali, i Chuukesi (49%) sono il gruppo più numeroso, seguono Pohnpeiani (30%), Kosraesi (6,5%) e Yapesi (5,5%), sono poi presenti minoranze di altre isole del Pacifico, asiatiche ed europee
- quasi tutta la popolazione è cristiana, di fede cattolica (55%) o protestante (41%)
Micronesia

L' isola di Pohnpei con la capitale Palikir

Repubblica di Nauru


nauru - Nauru è una piccola isola ubicata poco più a sud dell'Equatore, ad ovest delle isole Gilbert (Kiribati)
- questa piccola repubblica è diventata una delle Nazioni più ricche dell'Oceania grazie all'estrazione dei fosfati, oggi però in via di esaurimento
Forma di governo Repubblica parlamentare
Superficie 21 Km²
Popolazione 10.100 ab. (censimento 2011) 10.800 ab. (stime 2020)
Densità 514 ab/Km²
Capitale Nessuna capitale ufficiale, gli uffici governativi si trovano a Yaren (750 ab.)
Moneta Dollaro australiano
Lingua Inglese, Nauruano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 63 anni, F 71 anni
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI NAURU
- Nauru è un atollo di forma ovale ampio 21 Km², interamente circondato da una scogliera corallina ed in prevalenza pianeggiante, l'altitudine massima raggiunta è di 71 metri
- lo sviluppo costiero è invece di 30 chilometri
- le risorse d'acqua dolce sono limitate, esiste un piccolo specchio d'acqua salmastro nel sud-ovest del Paese, la Buada Lagoon (0,13 Km²)
- il clima è tropicale, con una stagione monsonica umida da Novembre a Febbraio, anche se le precipitazioni sono comunque sempre presenti e nel complesso abbastanza abbondanti, le temperature non subiscono variazioni significative nel corso dell'anno
GEOGRAFIA UMANA DI NAURU
- Nauru è suddivisa a livello amministrativo in 14 distretti, i più popolati sono Meneng (1.400 ab.) e Aiwo (1.200 ab.)
- i Nauriani (58%) costituiscono la maggioranza della popolazione, il 26% è originario di altre isole del Pacifico, seguono Cinesi (8%) ed Europei (8%)
- gli abitanti sono quasi tutti cristiani, nel dettaglio protestanti (60%) e cattolici (33%)
Nauru

Nauru, la repubblica più piccola del mondo

Niue


Nlue - l'isola di Niue si trova nel Pacifico meridionale, non molto distante da Tonga e Samoa
- dal 1974 gode di maggiore autonomia dalla Nuova Zelanda a cui è ancora legato politicamente e da cui dista circa 2.400 chilometri
Forma di governo Territorio in libera associazione con la Nuova Zelanda
Superficie 261 Km²
Popolazione 1.720 ab. (censimento 2017) 1.630 ab. (stime 2020)
Densità 6,2 ab/Km²
Capitale Alofi (640 ab.)
Moneta Dollaro neozelandese
Lingua Inglese, Niueano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 71 anni, F 77 anni
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI NIUE
- Niue è una delle maggiori isole coralline sollevate del Pianeta, raggiunge al massimo 68 metri d'altezza nella sua parte settentrionale
- lo sviluppo costiero è di 64 Km, nelle acque territoriali di Niue sono incluse tre barriere coralline, Beveridge, Antiope e Haran, che non contribuiscono però alla superficie complessiva del Paese
GEOGRAFIA UMANA DI NIUE
- gli abitanti di Niue sono stanziati nella capitale Alofi (640 ab.) oltre che in altri centri minori sparsi
- i Niueani costituiscono il 66% della popolazione, il 13% è in parte Niueano, mentre il 12% è di origini europee o asiatiche e l'8% polinesiane
- nonostante la discreta superficie dell'isola la popolazione è scarsa, ne consegue una densità decisamente bassa, da sottolineare però che oltre 20.000 Niueani vivono in Nuova Zelanda
- il 67% degli abitanti è affiliato alla Chiesa Ekalesia di Niue, di matrice cristiana protestante, seguono mormoni (10%) e cattolici (10%)
Nlue

Alofi, porto turistico

Nuova Caledonia


Nuova Caledonia - la Nuova Caledonia fa parte della Francia, con l'isola principale che costituisce il 90% del territorio
- si trova a circa 1.500 Km dalle coste orientali dell'Australia, con a nord-est più vicino Vanuatu
Forma di governo Collettività Francese sui generis
Superficie 18.576 Km²
Popolazione 271.400 ab. (censimento 2019)
Densità 14,5 ab/Km²
Capitale Nouméa (94.300 ab., 182.000 aggl. urbano)
Moneta Franco della Comunità francese del Pacifico
Lingua Francese (ufficiale), dialetti Melanesiani e Polinesiani
Speranza di vita M 75 anni, F 79 anni
Confini Circondata dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLA NUOVA CALEDONIA
- l'isola maggiore, Grande Terre, ha una superficie di 16.732 Km² ed è in prevalenza montuosa, con pianure costiere più ampie sul lato meridionale
- alcuni rilievi superano i millecinquecento metri, come il Monte Panie (1.628 m.), il più alto del Paese
- le isole che compongono questa dipendenza sono oltre un centinaio, molte delle quali disabitate ed ampie meno di un chilometro quadrato
- le Isole della Lealtà, a nord-est di Grande Terre e più pianeggianti, hanno un'area complessiva di 1.968 Km², Lifou (1.160 Km²), Maré (657 Km²) e Ouvéa (132 Km²) le tre principali
- l'Isola dei Pini (142 Km²) è l'unica altra a superare i cento chilometri quadrati
- lo sviluppo costiero complessivo è di 2.250 Km
- vista la forma allungata dell'isola maggiore nessun corso d'acqua supera i cento chilometri, anche se fiumi e torrenti sono piuttosto numerosi, il Diahot (88 Km) è quello più lungo
- non sono presenti laghi di dimensioni considerevoli
- il clima è tropicale, con una stagione piovosa ed umida fra Novembre e Marzo, quando si raggiungono temperature attorno ai 30°C ed una più secca e fresca nel resto dell'anno
- la regione è inoltre interessata da venti ciclonici
GEOGRAFIA UMANA DELLA NUOVA CALEDONIA
- la Nuova Caledonia è suddivisa a livello amministrativo in 3 province, con circa 2/3 della popolazione che vive nell'area urbana della capitale Nouméa (94.300 ab., 182.000 aggl. urbano), unico centro di rilievo dell'arcipelago
- il tasso di urbanizzazione è del 67%
- gli abitanti sono di origine kanaka melanesiana per il 40%, europea per il 29% e polinesiana per l'11%, in gran parte provenienti da un'altra dipendenza francese, Wallis e Futuna
- la religione cattolica (60%) è la fede più professata, seguita da quella protestante (30%)
Nuova Caledonia

Nouméa, porto turistico

Repubblica di Palau


Palau - Palau è la Nazione più occidentale dell'Oceania (Australia esclusa), ed è costituita da oltre 340 isole, molte minuscole e solo 9 abitate
- l'indipendenza dagli Stati Uniti è abbastanza recente (1994)
- ad est a qualche centinaio di chilometri si trovano le isole Yap (Micronesia), Indonesia e Filippine poco più distanti
Forma di governo Repubblica presidenziale
Superficie 490 Km²
Popolazione 17.700 ab. (censimento 2015) 18.100 ab. (stime 2020)
Densità 37 ab/Km²
Capitale Ngerulmud (280 ab.)
Moneta Dollaro USA
Indice di sviluppo umano 0,814 (55° posto)
Lingua Inglese, Palauano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 68 anni, F 78 anni
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI PALAU
- il Paese è formato dalle isole Palau che fanno parte dell'arcipelago delle Caroline e da altre isole più a sud su un'area dell'Oceano Pacifico di circa 600.000 Km²
- lo sviluppo costiero è piuttosto notevole, 1.519 chilometri, vista l'area complessiva piuttosto bassa
- le isole maggiori sono di origine vulcanica, si tratta di Babeldaob (396 Km²), di gran lunga la più estesa, visto che costituisce l'80% della superficie della Nazione, Peleliu (13 Km²), Angaur (8 Km²) e Koror (8 Km²)
- tutte quante presentano rilievi modesti, per un'altezza massima di 242 metri raggiunta dal Monte Ngerchelchauus su Babeldaob
- il clima è tropicale, con temperature medie annuali attorno ai 28° C e variazioni minime da mese a mese, le precipitazioni sono molto abbondanti, poco meno di 4.000 mm all'anno e presenti in ogni stagione, Palau è toccato solo marginalmente dai tifoni
- l'abbondanza e costanza delle piogge ha favorito lo sviluppo di una vegetazione lussureggiante, l'isola maggiore è ricca di acque, ma laghi e fiumi sono ovviamente di ampiezza e lunghezza modesta, vista la sua superficie
GEOGRAFIA UMANA DI PALAU
- Palau è suddivisa amministrativamente in 16 Stati, di cui 10 sull'isola di Babeldaob, ha un tasso di urbanizzazione dell'81%, anche se in realtà non presenta nessun centro abitato con le caratteristiche di città
- l'unico centro urbano di un certo rilievo è Koror (9.800 ab.), situato sull'omonima isola e capitale provvisoria fino al 2006, quando fu completata la costruzione degli uffici governativi a Ngerulmud (280 ab.)
- l'etnia autoctona di origine micronesiana, melanesiana e malese costituisce il 70% della popolazione, numerosi anche i Filippini (16%), presenti inoltre altre minoranze soprattutto asiatiche e micronesiane
- circa il 65% degli abitanti è cattolico, il 17% è protestante
Palau

Palau, l' isola del Pacifico amata dai sub

Papua e Nuova Guinea


Papua - la Papua Nuova Guinea è composta dalla parte orientale della quasi omonima isola, oltre che da altre isole ed arcipelaghi ad est di quella principale
- è il secondo Stato per estensione dopo l'Australia, da cui dista un centinaio di chilometri
- la morfologia dell'isola principale ha favorito una suddivisione della popolazione in un gran numero di tribù, alcune delle quali vivono tuttora molto isolate dal Mondo esterno
Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 462.840 Km²
Popolazione 7.275.000 ab. (censimento 2011) 9.119.000 ab. (stime 2021)
Densità 20 ab/Km²
Capitale Port Moresby (383.000 ab.)
Moneta Kina papuana
Indice di sviluppo umano 0,555 (155° posto)
Lingua Inglese, Hiri Motu, Tok Pisin (tutte ufficiali)
Speranza di vita M 63 anni, F 65 anniGuida Papua Nuova Guinea Lonely Planet
Confini Indonesia a OVEST, Oceano Pacifico a NORD, EST e SUD
GEOGRAFIA FISICA DELLA PAPUA NUOVA GUINEA
- la porzione orientale della Nuova Guinea (372.500 Km², complessivamente 785.753 Km²) costituisce l'80% della superficie del Paese, si tratta di un'isola piuttosto montuosa con catene che raggiungono e superano i 4.000 metri d'altezza, il Mount Wilhelm (4.509 m.) è la vetta più alta nella parte appartenente alla Papua Nuova Guinea
- l'area sud-occidentale è invece pianeggiante
- le altre isole principali sono anch'esse in buona parte montuose, Nuova Britannia (35.145 Km²) e Nuova Irlanda (7.404 Km²), nell'arcipelago di Bismarck, e Bougainville (9.318 Km²), nelle Isole Salomone, le tre più estese
- lo sviluppo costiero complessivo del Paese è di oltre cinquemila chilometri
- numerosi i corsi d'acqua, grazie all'abbondanza di precipitazioni, che hanno consentito lo sviluppo di ampie aree forestali, le quali ricoprono gran parte del territorio
- Sepik (1.126 Km, inclusa una breve porzione indonesiana) e Fly (1.050 Km), che per un tratto segna il confine con l'Indonesia, sono i due fiumi più importanti, nascono entrambi nella Catena Centrale che separa geograficamente in due la Nazione, ma scorrono in direzioni opposte sfociando rispettivamente nella parte nord ed in quella meridionale della Papua Nuova Guinea
- nella zona pianeggiante meridionale della Nuova Guinea sorge il più ampio bacino lacustre del Paese, il Lago Murray (647 Km²), che nella stagione delle piogge vede incrementare la sua superficie fino a ben cinque volte
- il clima è tropicale monsonico, vista la latitudine e la vicinanza all'Equatore le temperature non subiscono grandi variazioni stagionali, ma sono più influenzate dall'altitudine
- da sottolineare come sulle vette più alte si verifichino di tanto in tanto anche delle nevicate
GEOGRAFIA UMANA DELLA PAPUA NUOVA GUINEA
- il Paese è suddiviso a livello amministrativo in 20 province, a cui si aggiungono il distretto della capitale e la regione autonoma di Bougainville
- il tasso di urbanizzazione è del 13%, uno dei più bassi a livello mondiale
- la capitale Port Moresby (375.000 ab.) e Lae (149.000 ab.) possono essere considerate le due uniche vere e proprie città della Papua Nuova Guinea, dato che gli altri centri hanno meno di 50.000 abitanti
- la popolazione indigena della Papua Nuova Guinea si divide in centinaia di gruppi etnici differenti, in prevalenza di origine papuana e melanesiana, che complessivamente costituiscono l'84% degli abitanti, discreta anche la percentuale di europei (13%)
- il cristianesimo è professato dal 96% delle persone, sia di rito protestante (64%), che in maniera minore cattolico (32%), diffusi anche i culti animisti tradizionali
Papua

Port Moresby, capitale del paese

Isole Pitcairn


Pitcairn Pitcairn si trova ad est della Polinesia Francese ed assieme ad altre 3 isole è una dipendenza del Regno Unito
- curiosa la storia di questa piccola isola vulcanica, colonizzata nel 1790 da 9 ammutinati del Bounty e 18 tahitiani
Forma di governo Colonia Britannica
Superficie 43 Km²
Popolazione 50 ab. (2020)
Densità 1,2 ab/Km²
Capitale Adamstown (50 ab.)
Moneta Dollaro neozelandese
Lingua Inglese (ufficiale), Pitcairnese
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLE ISOLE PITCAIRN
- il territorio comprende l'isola di Pitcairn (4,6 Km²) di origine vulcanica, l'isola corallina di Henderson (37 Km²) ed i due piccoli atolli di Ducie ed Oeno, entrambi ampi meno di un chilometro quadrato
- Pitcairn è montuosa, con coste piuttosto accidentate e raggiunge un'altezza massima di 347 metri col Pawala Valley Ridge; lo sviluppo costiero complessivo incluse le altre 3 isole è di 51 chilometri
- il clima è tropicale, con precipitazioni annuali di discreta entità e temperature medie che variano di 5-6 gradi fra i mesi estivi più freddi e quelli invernali
GEOGRAFIA UMANA DELLE ISOLE PITCAIRN
- soltanto l'isola di Pitcairn è abitata e vede la presenza di un unico centro, la capitale Adamstown (50 ab.)
- la popolazione discende dagli ammutinati del Bounty e dalle loro compagne tahitiane, l'unica fede praticata è quella Avventista del Settimo Giorno (100%)
Pitcairn

Pitcairn, l' isola adegli ammutinati del Bounty

Polinesia Francese


Polinesia Francese - la Polinesia Francese è uno dei territori più orientali del Pacifico e comprende un centinaio di isole divise fra alcuni distinti arcipelaghi
- l'isola principale ed unica con area sopra i 1.000 chilometri quadrati è Tahiti, dove sorge il capoluogo
Forma di governo Collettività Francese d'Oltremare
Superficie 4.167 Km²
Popolazione 275.900 ab. (censimento 2017) 281.000 ab. (stime 2020)
Densità 67 ab/Km²
Capitale Papeete (26.900 ab., 135.000 aggl. urbano)
Moneta Franco della Comunità francese del Pacifico
Lingua Francese (ufficiale), Tahitiano, altre lingue polinesiane
Speranza di vita M 75 anni, F 80 anniDipendenze Clipperton (1,7 Km², 0 ab.)
Confini Circondata dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLA POLINESIA FRANCESE
- il territorio della Polinesia Francese comprende 5 arcipelaghi, le Isole della Società, le Isole Tuamotu, le Isole Australi, le Isole Gambier ed infine le Isole Marchesi
- nel complesso vi sono 118 fra isole ed atolli, le più estese sono di origine vulcanica
- lo sviluppo costiero è di 2.525 chilometri
- Tahiti (1.045 Km²) è l'unica isola con una discreta superficie, seguono infatti in questa graduatoria Nuku Hiva (339 Km²), Hiva Oa (316 Km²), Raiatea (168 Km²), Moorea (134 Km²) e Ua Pou (106 Km²), decisamente meno ampie
- si tratta di isole montuose che raggiungono almeno i mille metri d'altezza, ma su Tahiti si superano anche i duemila metri col Monte Orohena (2.241 m.), il rilievo più alto della Polinesia Francese
- fiumi e laghi non sono molto numerosi e di lunghezza ed ampiezza piuttosto limitata, i corsi d'acqua hanno in genere caratteristiche torrenziali
- il clima è tropicale, con una stagione calda ed umida fra Novembre ed Aprile in cui si concentrano le precipitazioni, mentre le temperature rimangono piuttosto costanti attorno ai 25-26° di media durante tutto l'anno, eccetto nelle isole più meridionali in cui sono di qualche grado inferiore nei mesi più freschi
GEOGRAFIA UMANA DELLA POLINESIA FRANCESE
- la Polinesia Francese è suddivisa in 5 unità amministrative ed ha un tasso di urbanizzazione del 55%
- la distribuzione della popolazione è piuttosto disomogenea, visto che su Tahiti vive quasi il 70% degli abitanti di questa dipendenza francese, mentre altre isole hanno densità anche inferiori ai 10 abitanti per chilometro quadrato
- la capitale Papeete (26.900 ab., 135.000 aggl. urbano), con le cittadine di Fa'a'a (29.500 ab.) e Puna'auia (28.100 ab.) forma l'unica vera area urbana della Polinesia Francese, tutti gli altri insediamenti si possono considerare dei villaggi
- il 78% degli abitanti ha origini polinesiane, il 12% cinesi ed il 10% europee
- la religione più professata è quella protestante (54%), ma è presente anche una buona fetta di cattolici (30%)
Polinesia Francese Polinesia Francese

Moorea e Bora Bora, isole della Società

Isole Salomone


Isole Salomone - l'arcipelago delle Isole Salomone che forma l'omonimo Stato è diviso però politicamente con la Papua Nuova Guinea, fanno inoltre parte del territorio il gruppo insulare di Santa Cruz ed altri isolotti minori
- le Isole Salomone sono la quarta Nazione oceanica per superficie, la capitale si trova sull'isola più estesa e popolata, Guadalcanal
Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 28.400 Km²
Popolazione 721.000 ab. (censimento 2019)
Densità 25 ab/Km²
Capitale Honiara (130.000 ab.)
Moneta Dollaro delle Salomone
0,567 (151° posto)
Lingua Inglese (ufficiale), Pidgin-English, dialetti melanesiani
Speranza di vita M 71 anni, F 75 anniGuida Isole Salomone Lonely Planet
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLE SALOMONE
- le principali isole che compongono questo arcipelago del Pacifico sono di origine vulcanica e presentano dei rilievi piuttosto aspri e che superano anche i duemila metri d'altezza sull'isola maggiore, il Monte Popomanaseu (2.332 m.) è la cima più elevata del Paese, diversi i vulcani tuttora attivi
- Guadalcanal (5.302 Km²) è l'isola più estesa, precede Malaita (4.308 Km²), Makira (3.190 Km²), Santa Isabel (2.999 Km²), Choiseul (2.971 Km²) e Nuova Georgia (2.037 Km²)
- la distanza fra le isole più orientali e quelle più occidentali è di circa 1.500 chilometri, mentre lo sviluppo costiero complessivo è di ben 5.300 chilometri
- vista la forma piuttosto allungata delle isole maggiori i fiumi sono brevi ed hanno corso abbastanza tortuoso, sull'isola di Renner troviamo un lago di discrete dimensioni, il Te'Nggano (155 Km²)
- il clima è tropicale e presenta due stagioni, una umida fra Novembre ed Aprile, quando si verificano le precipitazioni più consistenti ed una più secca, le temperature subiscono variazioni minime da un mese all'altro
GEOGRAFIA UMANA DELLE SALOMONE
- il Paese è suddiviso a livello amministrativo in 9 province, a cui si aggiunge il distretto della capitale Honiara (130.000 ab.), unica città delle Salomone, che ha fra i suoi sobborghi Tandai (19.900 ab.) e Malango (8.500 ab.), mentre quarto e quinto centro abitato sono Auki (6.700 ab.) e Gizo (5.000 ab.), tutti con una popolazione nettamente minore
- il tasso di urbanizzazione è del 25%, molto basso, ma in discreta crescita negli ultimi anni
- quasi tutti gli abitanti hanno origine melanesiana (95,5%), ci sono poi piccole minoranze di etnia polinesiana (2,5%) e micronesiana (1%)
- quasi 3/4 della popolazione è di fede protestante (73%), mentre il 19% è cattolico, sono inoltre praticati culti animisti tradizionali (5%)
Isole Salomone

Il porto di Honiara

Isole Samoa


Isole Samoa - Samoa è una Nazione che comprende le due isole occidentali e più estese dell'omonimo arcipelago, le altre sono sotto giurisdizione americana
- geograficamente Samoa si trova nella parte centro-meridionale dell'Oceano Pacifico
Forma di governo Repubblica parlamentare
Superficie 2.831 Km²
Popolazione 196.000 ab. (censimento 2016) 202.500 ab. (stime 2020)
Densità 72 ab/Km²
Capitale Apia (37.400 ab.)
Moneta Tala samoano
Indice di sviluppo umano 0,707 (111° posto)
Lingua Inglese, Samoano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 71 anni, F 75 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
Lo Sapevate Che?
Nato come Paese indipendente il 1° gennaio 1962, Samoa (grande un po' più del Lussemburgo) è un regno con una strana particolarità. La sua costituzione stabilisce che a capo dello Stato ci debbano essere due sovrani, come avviene per San Marino, che è governata da due Capitani Reggenti, però, fin dall'anno dopo la nascita della nuova Nazione, uno dei due re morì, e rimase solo Susuga Malietoa Tanumafili II. Dalla scomparsa dell'anziano sovrano (morto nel Maggio 2007), la carica è diventata elettiva: il capo dello Stato verrà nominato, per cinque anni, dall'Assemblea Legislativa. Notare anche che, nel nome ufficiale della Nazione in lingua locale, appare, un po' incongruamente, il nome di un personaggio della mitologia greca (Sisifo): naturalmente è solo una coincidenza. (V.L.C.)
GEOGRAFIA FISICA DI SAMOA
- oltre il 99% del territorio del Paese è costituito dalle due isole di origine vulcanica di Savai'i (1.694 Km²) e Upolu (1.125 Km²), a cui vanno aggiunti 8 isolotti minori
- lo sviluppo costiero complessivo è di 403 chilometri
- i rilievi montuosi sono piuttosto aspri ed accidentati, Upolu sfiora i 1.200 metri d'altezza nel suo punto più alto, mentre su Savai'i ci si avvicina ai 2.000 metri con il Monte Silisili (1.858 m.), vetta maggiore dell'intero arcipelago e quindi di Samoa stessa
- abbastanza numerosi i corsi d'acqua, con i torrenti che sono spesso irruenti sia per la morfologia del territorio che per le abbondanti precipitazioni che interessano il Paese
- sono presenti inoltre un gran numero di laghi vulcanici, seppur in gran parte con superficie molto limitata
- il clima è tropicale, con una stagione umida fra Novembre ed Aprile e temperature che variano in maniera molto lieve durante l'arco dell'anno
GEOGRAFIA UMANA DI SAMOA
- Samoa è suddivisa a livello amministrativo in 11 distretti, il tasso di urbanizzazione è del 19%, che corrisponde alla popolazione della capitale Apia (37.400 ab.), unica città del Paese
- l'isola di Upolu è circa 5 volte più densamente popolata rispetto a quella di Savai'i
- gli abitanti sono quasi tutti di etnia samoana (92,5%), gruppo di origine polinesiana, mentre gli europei (0,5%) costitituiscono una piccola minoranza, il resto della popolazione è di discendenza mista
- il 97% delle persone professa la religione cristiana, nel dettaglio i protestanti sono il 62,5%, i cattolici il 19,5%, i mormoni il 15%
Isole Samoa

Samoa, un tesoro nel Pacifico

Isole Samoa Americane


Isole Samoa Americane - le Samoa Americane comprendono la parte orientale dell'omonimo arcipelago ed altre isole vicine
- curiosamente sono 'circondate' da 3 dipendenze neozelandesi, Tokelau (nord), Cook (est) e Niue (sud), oltre che ovviamente da Samoa ad ovest
Forma di governo Territorio non incorporato degli Stati Uniti d'America
Superficie 199 Km²
Popolazione 55.500 ab. (censimento 2010) 55.200 ab. (stime 2020)
Densità 277 ab/Km²
Capitale Pago Pago (3.700 ab.)
Moneta Dollaro USA
Lingua Inglese, Samoano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 71 anni, F 78 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DELLE SAMOA AMERICANE
- il territorio delle Samoa Americane comprende 5 isole di origine vulcanica e 2 atolli corallini, le due isole maggiori sono Tutuila (142 Km²) e Tau (44 Km²), è inclusa inoltre nella dipendenza l'isola di Swains, appartenente all'arcipelago di Tokelau
- lo sviluppo costiero complessivo è di 116 chilometri
- vista l'origine delle isole principali il terreno è montuoso, con cime che sfiorano i mille metri d'altezza su Tau, dove si trova il Monte Lata (964 m.), massima vetta del Paese ed arrivano poco sopra i 600 metri su Tutuila
- i pochi corsi d'acqua presenti sono estremamente brevi, così come sono limitati di dimensione e numero i bacini lacustri, la superficie del Paese è infatti piuttosto ridotta
- il clima è tropicale, le precipitazioni sono abbondanti, specialmente nella stagione umida che va da Novembre ad Aprile, mentre le temperature medie subiscono variazioni minime nell'arco dell'anno, la differenza fra mesi più caldi e più freschi è infatti inferiore ai due gradi
GEOGRAFIA UMANA DELLE SAMOA AMERICANE
- le Samoa Americane sono suddivise a livello amministrativo in 3 distretti e 2 atolli, gran parte della popolazione vive in aree urbane (87%) e sull'isola di Tutuila (oltre il 95%)
- il villaggio più popolato è Tafuna (9.800 ab.)
- i Samoani, gruppo etnico di origine polinesiana, costituiscono il 91,5% degli abitanti, gli Asiatici il 3%
- la quasi totalità della popolazione è di religione cristiana (98%), in particolare di fede protestante (59,5%), mentre i cattolici sono il 19,5%
Isole Samoa Americane

Il porto di Pago Pago

Tokelau


Isole Tokelau - Tokelau si trova a nord dell'arcipelago delle Samoa e comprende tre atolli di dimensioni contenute
- dal 1948 è sotto l'amministrazione della Nuova Zelanda, di questo gruppetto di isole fa parte inoltre Swains, che però dipende dalle Samoa Americane
Forma di governo Territorio in libera associazione con la Nuova Zelanda
Superficie 11 Km²
Popolazione 1.500 ab. (censimento 2016) 1.650 ab. (stime 2020)
Densità 150 ab/Km²
Capitale Nessuna
Moneta Dollaro neozelandese
Lingua Inglese, Tokelauano (ufficiali), Samoano
Speranza di vita M 68 anni, F 70 anni
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI TOKELAU
- i tre atolli che compongono il territorio di Tokelau sono da ovest ad est Atafu (2,5 Km²), Nukunonu (5,5 Km²) e Fakaofo (3 Km²)
- distano circa 500 chilometri da Samoa, hanno uno sviluppo costiero complessivo di 100 Km e raggiungono un'altezza massima di appena 5 metri
- il clima è tropicale, con variazioni stagionali nelle temperature molto limitate, le precipitazioni sono piuttosto abbondanti ed i venti più sostenuti fra Novembre e Marzo
GEOGRAFIA UMANA DI TOKELAU
- Tokelau non ha nessuna capitale ufficiale, ma ognuno dei tre atolli ha un suo centro amministrativo
- la popolazione è ben distribuita fra i differenti atolli, su Atafu vivono circa 520 persone, su Fakaofo 480 e su Nukunonu 450
- gli abitanti sono quasi tutti di origine polinesiana, in particolare di Tokelau (69%), Samoa (14%) e Tuvalu (9%), il 3% è di etnia europea
- il 58% della popolazione è protestante ed il 37% cattolico
Isole Tokelau

Tokelau, le isole del vento

Regno di Tonga


Isole Tonga - Tonga comprende vari gruppi di isole ed isolotti di origine vulcanica, in tutto circa 175, di cui meno di un terzo sono abitate
- questa piccola monarchia si trova nel Pacifico meridionale, a sud delle Samoa ed est delle Figi
- la maggior parte della popolazione vive nell'isola principale di Tongatapu, dove sorge anche la capitale
Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 748 Km²
Popolazione 100.700 ab. (censimento 2016) 106.000 ab. (stime 2020)
Densità 142 ab/Km²
Capitale Nuku'alofa (23.200 ab.)
Moneta Pa'anga tongana
Indice di sviluppo umano 0,717 (105° posto)
Lingua Inglese, Tongano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 69 anni, F 73 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI TONGA
- le isole principali di Tonga sono Tongatapu (257 Km²), Vava'u (97 Km²), ed 'Eua (87 Km²), che nel complesso costituiscono poco meno del 60% del territorio
- lo sviluppo costiero è di 419 chilometri
- i rilievi non raggiungono in genere altezze considerevoli e le isole presentano diverse aree pianeggianti e collinari, fanno eccezione i vulcani di origine più recente come Kao (1.030 m.), sull'omonima isola, unico punto del Paese dove si superano i mille metri d'altezza
- vista la relativa ampiezza delle isole non vi sono corsi d'acqua imponenti, in alcune isole sono presenti delle lagune interne, di rilievo anche il lago vulcanico sull'isola di Tofua
- il clima è tropicale con una stagione umida che va da Dicembre a Maggio e precipitazioni che aumentano avvicinandosi all'Equatore, così come le temperature, che fluttuano di circa 3-4 °C nel corso dell'anno
GEOGRAFIA UMANA DI TONGA
- Tonga è suddiviso in 5 unità amministrative ed ha un tasso di urbanizzazione del 23%, visto che l'unica vera e propria città è la capitale Nuku'alofa (23.200 ab.)
- la quasi totalità della popolazione è Tongana (98%), etnia di origine polinesiana e marginalmente melanesiana, il resto degli abitanti ha discendenze europee o di altre isole del Pacifico
- per quanto riguarda la religione il 57% è protestante, il 18% mormone ed il 15% cattolico
- sono comunque tuttora diffusi i culti locali polinesiani
Isole Tonga

Tonga, veduta aerea di Nuku' alofa

Isole Tuvalu


Isole Tuvalu - Tuvalu è una delle più piccole Nazioni del Mondo ed è costituito da 9 fra atolli ed isole, dislocate in un'area di 700 chilometri
- i territori più vicini sono le isole Gilbert (Kiribati) a nord-ovest e Wallis e Futuna (Francia) a sud-est
Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 26 Km²
Popolazione 10.800 ab. (censimento 2012) 11.800 ab. (stime 2020)
Densità 454 ab/Km²
Capitale Funafuti (6.000 ab.)
Moneta Dollaro tuvaluano, Dollaro australiano
Lingua Inglese, Tuvaluano (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 68 anni, F 72 anni
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI TUVALU
- il territorio di Tuvalu comprende 6 atolli ed altre 3 isole coralline singole, di superficie modesta
- Vaitapu (5,5 Km²) è il più grande atollo del Paese, al secondo posto Nanumea (4 Km²), l'altezza massima raggiunta è di appena 4,6 metri, sull'isola di Niulakita
- il clima è tropicale con una stagione umida fra Novembre e Marzo, anche se le precipitazioni sono abbondanti durante tutto l'arco dell'anno, mentre le temperature sono pressochè costanti
- Tuvalu è inoltre spesso investito da violenti cicloni tropicali
GEOGRAFIA UMANA DI TUVALU
- Tuvalu è diviso a livello amministrativo in 9 distretti, uno dei quali, Funafuti, viene indicato come capitale ufficiale del Paese, con gli uffici governativi ubicati nel villaggio di Vaiaku (650 ab.)
- non vi sono centri urbani nel Paese, ma solo villaggi, con al massimo un migliaio di abitanti, come Senala e Fakaifou, entrambi nell'atollo di Funafuti, che accoglie oltre metà della popolazione
- gli abitanti sono per la quasi totalità di origine polinesiana (96%), con una piccola minoranza di micronesiani (4%)
- il 98% della popolazione è di fede protestante
Isole Tuvalu

Oceano Pacifico e Tuvalu. Un rapporto di amore e odio tra rischi climatici e risvolti inaspettati

Repubblica di Vanuatu


Isole Vanuatu - Vanuatu è un arcipelago del Pacifico situato a nord della Nuova Caledonia, sud-est delle Isole Salomone ed ovest delle Figi
- è di origine vulcanica e sull'isola maggiore si sfiorano i 2.000 metri d'altezza
Forma di governo Repubblica parlamentare
Superficie 12.189 Km²
Popolazione 272.500 ab. (censimento 2016) 314.000 ab. (stime 2021)
Densità 26 ab/Km²
Capitale Port Vila (51.400 ab.)
Moneta Vatu di Vanuatu
Indice di sviluppo umano 0,609 (140° posto)
Lingua Bislama, Francese, Inglese (tutte ufficiali)
Speranza di vita M 69 anni, F 72 anniGuida Vanuatu Lonely Planet
Confini Circondato dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI VANUATU
- Vanuatu è composto da 14 isole principali (con superficie sopra i 100 Km²) ed altri isolotti minori, con una distanza di quasi 900 chilometri fra quelle più settentrionali e quelle più meridionali
- l'origine è vulcanica ed il territorio è in prevalenza montuoso, con punte vicine ai duemila metri sull'isola di Espiritu Santo, dove si trova il Tabwemasana (1.879 m.), la massima cima del Paese
- diversi i vulcani tuttora attivi
- Espiritu Santo (3.955 Km²) costituisce quasi 1/3 dell'area complessiva della Nazione, seguono Malakula (2.041 Km²), Efate (899 Km²), dove sorge la capitale, Erromango (892 Km²), Ambrym (678 Km²) e Tanna (550 Km²)
- lo sviluppo costiero è di 2.528 chilometri
- nell'arcipelago troviamo alcuni laghi di origine vulcanica, come il Letas (19 Km²), nell'isola di Gaua ed il maggiore del Paese
- i fiumi non sono molto numerosi ed hanno corsi ovviamente abbastanza brevi, vista la distanza ridotta dall'Oceano anche delle zone più remote ed interne delle varie isole
- il clima è tropicale, con precipitazioni piuttosto abbondanti, specialmente nell'isole più a nord e nella stagione umida fra Dicembre e Maggio, la differenza nelle temperature medie fra i mesi più caldi e quelli più freschi è di 5-6 gradi
- Vanuatu subisce sovente gli effetti devastanti di violenti cicloni
GEOGRAFIA UMANA DI VANUATU
- Vanuatu è suddiviso amministrativamente in 6 province dal 1994, il tasso di urbanizzazione è abbastanza basso, 26%, visto che molte persone vivono in villaggi e piccoli insediamenti
- la distribuzione della popolazione non è uniforme, alcune isole, fra cui le due maggiori
- hanno infatti una densità attorno ai 10 abitanti per km² ed anche meno, mentre altre superano i 50 ab./km²
- sono soltanto due i centri abitati con più di 10.000 abitanti, la capitale Port Vila (51.400 ab.) e Luganville (16.300 ab.)
- Vanuatu è uno dei Paesi del Pacifico che ha subito meno l'influenza demografica europea, il 98% della popolazione è di origine melanesiana, vi sono poi piccole minoranze europee, polinesiane ed asiatiche
- più frammentato il quadro religioso, anche se i protestanti (70%) costituiscono la maggioranza, ma sono discretamente diffusi anche cattolicesimo (13%), animismo (7%) e buddismo (4%)
Isole Vanuatu

Port Vila, capitale delle Vanuatu

Isole Wallis e Futuna


Isole Wallis e Futuna - si tratta di alcune isole sotto la giurisdizione francese dal 1959, che si trovano a nord-est delle Figi, divise in due arcipelaghi, quello di Wallis e quello di Horn, la cui isola principale è Futuna
Forma di governo Collettività Francese d'Oltremare
Superficie 142 Km²
Popolazione 11.600 ab. (censimento 2018) 11.200 ab. (stime 2020)
Densità 79 ab/Km²
Capitale Mata-Utu (1.100 ab.)
Moneta Franco della Comunità francese del Pacifico
Lingua Francese (ufficiale), Wallisiano, Futuniano
Speranza di vita M 73 anni, F 79 anni
Confini Circondate dall'Oceano Pacifico
GEOGRAFIA FISICA DI WALLIS E FUTUNA
- il territorio di questa dipendenza francese è costituito da tre isole principali, di origine vulcanica, Wallis (76 Km²), Futuna (43 Km²) e Alofi (21 Km²), quest'ultime distanziate fra loro di una manciata di chilometri e situate circa 260 Km a sud-ovest dell'isola più orientale, oltre che da diversi isolotti minori
- Futuna, dove si raggiunge il punto più alto del Paese, Monte Singavi (765 m.), ed Alofi sono montuose, più dolce il territorio di Wallis, che raggiunge altezze massime di poco superiori ai 100 metri
- vista la limitata estensione delle isole non vi sono fiumi o laghi importanti, ma piuttosto brevi ruscelli e piccoli specchi d'acqua dolce
- il clima è tropicale, con precipitazioni piuttosto abbondanti ed una stagione umida e calda fra Novembre ed Aprile
- le temperature non subiscono variazioni significative nei diversi mesi dell'anno
GEOGRAFIA UMANA DI WALLIS E FUTUNA
- Wallis e Futuna è suddiviso in tre circoscrizioni, non esistono città, ma solo piccoli villaggi, la capitale Mata-Utu (1.100 ab.) è l'unico centro con almeno mille abitanti
- circa 2/3 della popolazione vive su Wallis, il resto su Futuna, mentre Alofi non ha una popolazione residente stabile
- gli abitanti sono in maggioranza di origine polinesiana (89%), ma è presente anche una discreta minoranza di francesi (11%)
- l'unica religione praticata è quella cattolica (99%)
Isole Wallis e Futuna

Mata Utu, la cattedrale di Nostra Signora dell' Assunzione